Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

VILLAMONTAGNA

VILLAMONTAGNA

COMUNE:
VILLAMONTAGNA
ZONA:
SINISTRA ADIGE
COSTITUITO IL:
1953
CAPOGRUPPO:
Frachetti Asterio
VICE CAPOGRUPPO:
Bampi Carlo
CONSIGLIERI:
Lunelli Gilberto
Pallaver Christian
Pedrotti Alberto
Rossi Massimiliano
Tomasi Remo
Tomasi Stefano
Trenti Marco

AGGREGATI
Decarli Alberto
Tomasi Matteo



STORIA:

1953 - Una decina di alpini del luogo costituiscono, sotto la guida dell`allora Consigliere mandamentale cav. Onorio Dalpiaz, il primo nucleo di quello che diventerà il Gruppo Alpini di Villamontagna.
1954 - 7 marzo - Nasce ufficialmente il Gruppo Alpini di Villamontagna.
Madrina del gagliardetto è la signora Maria Giovanna Pedrotti consorte
dell`alpino Roberto Pedrotti primario dell`ospedale di santa Chiara di Trento. All`inaugurazione è presente la Fanfara Sezionale di Trento, il consigliere mandamentale cav. Onorio Dalpiaz ed alcuni sezionali.
Sfortunatamente non esiste, del periodo 1954 - 1969, alcuna documentazione storica della vita del Gruppo.
Capigruppo:
1954 - 1960 - Dorigoni Bruno
1960 - 1963 - Bampi Cornelio
1963 - 1969 - Dorigoni Bruno
1969 - - Frachetti Asterio

1970 - 11 gennaio - Ventisei soci sotto la guida del cav. Dalpiaz presente alla storica assemblea tenuta nel bar locale, votano unanimi la proposta fatta dal capogruppo Asterio Frachetti: la costruzione del Rifugio Campel che sarà destinato a sede del Gruppo.
Seguono altre assemblee per la costituzione di una cooperativa regolarmente registrata.
1971 - marzo - Si acquistano 33 camice di flanella di lana, del costo di lire 4.500 cadauna, ed iniziano i lavori di taglio e sbancamento. Nell`anno corrente gli alpini hanno lavorato, in situazioni precarie, per 42 domeniche e parecchi sabati.
1973 - 1 aprile - Giunti al primo solaio della costruzione si tiene lo prima assemblea presenti 23 soci ed il cons. mando cav. Dalpiaz.
I lavori procedono quindi a fase alterne per periodi di entusiasmo e di
sosta forzata.
1976 - 10 maggio - Inaugurazione ufficiale del Rifugio con affissione di targa-ricordo sulla facciata est. Il taglio del nastro è riservato al cappellano militare don Onorio Spada che ha, al fianco, il cav. Dalpiaz ed il capogruppo Frachetti. Sono presenti quasi tutti i soci alpini.
1976 - settembre - Il Gruppo Alpini di Villamontagna collabora attivamente, con l`invio di nove alpini al cantiere di Buia, all`opera di ricostruzione del Friuli devastato dal terremoto
1979 20 aprile - Il gruppo festeggia il 15simo di fondazione con Messa e presenza del presidente di sezione Mario Taddei, del cav. Dalpiaz e dei cons. sezionali Bertolasi e Bertoldi. 15 gagliardetti dei Gruppi vicini onorano la cerimonia.
Nel pomeriggio concerto, in piazza, della fanfara sezionale, e vaso della fortuna.
1980 - 81 - Il Gruppo si presta, con trenta giornate lavorative, alla ristrutturazione della Baita don Onorio Spada.
1984 - 27 maggio - Il gruppo festeggia il 30simo di fondazione. Sono presenti: il presidente della Sezione Celestino Margonari, il suo vice Cavazzani, i consiglieri sezionali Kircher e Colombo ed il cons. di zona Redolfi Giuliano nonché 22 gagliardetti di zona.
1988 - 12 giugno - Il Gruppo consegna il tricolore alla scuole elementari di Villamontagna. La cerimonia si è svolta con Messa, corteo preceduto dal labaro sezionale scortato dal vice presidente Luigi Decarli, dal cons. di zona Paolo Filippi, dal cons. sez. Grisenti, dal Capogruppo Frachetti. Sul posto il parroco procede alla benedizione del tricolore ed il socio anziano Pallaoro Luigi lo consegna ad un bambino della scuola.
1994 - 19 giugno - Il gruppo festeggia il 40simo di fondazione ed il raduno di zona sinistra Adige.
E` presente il presidente della sezione Giustiniano Depretis, il suo vice Luigi Decarli, il cons. di zona Giobatta Tomasi, il cav. Dalpiaz ed il comandante dei Carabinieri tenente colonnello Italo Franzoso, i soci del gruppo, 23 gagliardetti e tanti alpini.
Ai soci fondatori Bampi Albino, Dellai Mario, Lunelli Giuseppe e Pallaoro Luigi è consegnata una targa ricordo. A ricordo del 40simo il gruppo ha ristrutturato la vecchia croce in pietra eretta al bivio della strada che porta al Campel. Il socio del gruppo architetto Marco Sartori ne ha progettato il nuovo basamento.
1996 - 16 giugno - Viene posta lo targa di bronzo sulla facciata esterna del rifugio Campel in ricordo della sua inaugurazione.
1998 - Il Gruppo provvede alla pavimentazione in porfido del piazzale della chiesetta votiva.
1999 - 30 maggio - Si festeggia il 45simo di fondazione ed il 55simo di benedizione della chiesetta votiva che, nell`occasione, è stata dotata di impianto di riscaldamento offerto dal Gruppo. La manifestazione ha inizio la sera precedente quando nella sala polifunzionale il prof. Guido Vettorazzo presenta una relazione, con diapositive, "Con gli alpini in Russia 1941 - 1943".
Alla domenica pomeriggio è presente il vice presidente della sezione Luigi Decarli, il cons. di zona Corrado Franzoi, una trentina di gagliardetti e molti alpini.
2000 - Con il tesseramento annuale ai soci alpini si aggiungono gli "amici degli Alpini" e, nell`assemblea del 30 gennaio, il capo gruppo Frachetti li ringrazia e li associa al Gruppo. I nuovi arrivati sono: Dallapé Giancarlo, Dal Sasso Mario, Coraiola Fiorenzo, Menghini padre Silvio, Pallaoro Franco. Pedrotti Clemente, Pedrotti Lidia e Rossi Luigi.
Nel mese di maggio un autocarro in manovra, spezza la croce di pietra, eretta nel 1894 alla Pila: il gruppo si prende l`incarico di ricostruirla.
Domenica 20 agosto, su un rialzo poco distante dal Rifugio, con una bella manifestazione viene inaugurata la "Croce del Giubileo". La croce,dal peso di 120 quintali ed offerta dalla ditta Dallago - Fabbianelli, è stata ricavata da un blocco di pietra bianca con venature rosso-verdi della Pila. La cerimonia, iniziata con la celebrazione della Messa da parte del parroco p. Silvio Menghini alla presenza di circa 400 persone oltre i soci del Gruppo, è stata animata dal coro parrocchiale ed onorata dalla presenza del colonello dei Carabinieri Italo Franzoso, dal cons. di zona Corrado Franzoi e dal cav. Dalpiaz. Per ricordare la posa della "Croce del Giubileo" si celebrerà, in avvenire nell`ultima domenica di agosto, la s. Messa sul grande piedestallo, cui seguirà il pranzo festoso per lo popolazione, organizzato dal Gruppo presso lo conca del Camper.
2001 - Il Gruppo Alpini offre consistente aiuto per lo ristrutturazione della casa parrocchiale.
2002 - 2003 - Si lavora alacremente, sbancando la roccia a filo della parete nord del Rifugio, per ricavare un vano che serva per il magazzino per il materiale del Gruppo. Prima della fine dell'anno 2003 si termina il magazzino, la cucina e il bagno.

2004 - 30 maggio - Il Gruppo festeggia il 50° anniversario di fondazione e nello stesso giorno il 60° della costruzione della locale chiesetta del voto. La cerimonia inizia con la S. Messa celebrata dal parroco padre Silvio Meneghini, nel piazzale della scuola materna, è seguita poi la sfilata fino alla chiesetta votiva preceduti dalla Fanfara Sezionale, seguita dalle corone di alloro per le lapidi dei caduti, dal Vessillo Sezionale scortato dal Presidente Onorario Giustiniano Depetris, dai 25 gagliardetti, dal consigliere di zona Franzoi, dal Cav. Dalpiaz e da tanti alpini. Dopo il pranzo, servito a circa 400 persone sotto il tendone in piazza. Alle ore 15:00 la Fanfara Sezionale ha tenuto il concerto di chiusura fino alle 16:30.

2007 - 24 giugno - inaugurazione ufficiale del monumento ai Caduti eretto nella nuova piazza del paese. Presenti il Sindaco di Trento Alberto Pacher, il vice sindaco, diversi consiglieri del Comune di Trento e della Circoscrizione, una delegazione della città di Schwaz (Austria) con il vice sindaco. La Sezione di Trento era rappresentata dal Consigliere Nazionale Paolo Frizzi, dai consiglieri sezionali Carretta Ferdinando e Filippi Paolo e dai consiglieri di Zona Franzoi Corrado e Gislimberti Remo. Oltre al Vessillo Sezionale, tanti gagliardetti e un bel numero di alpini del gruppo e delle zone vicine. La cerimonia è iniziata con la S. Messa in chiesa, al termine la sfilata preceduti dalla Fanfara Sezionale fino al Monumento, alzabandiera, onori ai caduti, deposizione della corona di alloro. Breve intervento del parroco padre Silvio Meneghini e del capogruppo Frachetti Asterio. La fanfara Sezionale ha accompagnato con la musica il taglio del nastro per l'inaugurazione effettuato dal primo cittadino di Trento e dal vice sindaco di Schwaz. Il monumento è formato da un blocco di pietra di Pila rossa e verdello del peso di circa 140 quintali, appoggiato su due gradoni di pietra rossa, sempre di Pila. Nella parte superiore è fissato un cappello alpini di bronzo, davanti un bassorilievo sempre di bronzo che raffigura un alpino in montagna con picozza. A lato la targa con la scritta "IL RICORDO DEI CADUTI CI AIUTI A MANTENERE LA PACE".

2011 - Nell'estate del 2011 si lavora per diversi sabati e domeniche, per demolire uno spuntone di roccia alcuni metri cubi dietro il rifugio Campel, per realizzare una bella terrazza di circa 30 mq.

2012 . il 27 ottobre dopo la S. Messa delle ore 18:30, celebrata in Chiesa dal Parroco padre Silvio Meneghini, una trentina di alpini del gruppo con il Consigliere Sezionale Paolo Frizzi, seguiti dalla popolazione presente in chiesa, in sfilata, sotto una pioggia torrenziale, si sono portati davanti al Monumento ai Caduti dove è stata scoperta la targa di bronzo nella quale sono scritti i nomi dei caduti delle due ultime guerre mondiali; dopo l'onore ai Caduti, la deposizione della corona di alloro ed il silenzio fuori ordinanza della tromba, il capogruppo ha letto la Preghiera dell'Alpino, ed il bambino Tomasi Lorenzo di Domenico, in rappresentanza dei bambini della catechesi, ha letto un' orazione scritta per l'occasione da Padre Silvio.