Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

MARTIGNANO

MARTIGNANO

COMUNE:
MARTIGNANO
ZONA:
SINISTRA ADIGE
COSTITUITO IL:
1940
CAPOGRUPPO:
Piffer Flavio
VICE CAPOGRUPPO:
Corn Paolo
SEGRETARIO:
Cicognani Franco
CASSIERE:
BrigĂ  Valerio
CONSIGLIERI:
Degasperi Valentino
Goller Aldo
Marchi Cesare (alfiere)
Mariz Paolo
Mazzalai Paolo
Menegaldo Luciano
Pallaver Stefano
Pasquali Claudio
Pegoretti Guido
Piffer Matteo
STORIA:

Una prima apparizione del Gruppo Alpini si ebbe nel lontano 1940, ma gli incombenti eventi bellici ne decretarono l`immediato scioglimento. Nel 1954 due alpini di Martignano Gino Salizzoni e Remo Mazzalai si trovarono a Piedicastello assieme ad amici alpini e cosi, parlando del più e del meno, fra un bicchiere e 1`altro, il discorso cascò sulla possibilità di costituire un gruppo alpini pure a Martignano; detto fatto, i nostri due "Veci" ritornarono nel sobborgo ed iniziarono i primi contatti con i paesani; cosi nacque il Gruppo A.N.A. di Martignano, facente parte della Sezione di Trento. Iniziò un lavoro frenetico: la maglie di Gino Salizzoni, signora Emma, si dedicò a ricamare il gagliardetto. I soci si adoperarono per organizzare l`inaugurazione ufficiale, che avvenne il 29 giugno 1954 alla presenza dell`allora presidente sezionale Cav. Dalpiaz, di don Onorio Spada, di "veci" e "bocia", accompagnati dalla Fanfara alpina di Trento. Fu la signora Rita Bertoldi, sorella dell`alpino Remo Bertoldi, classe 1920, che nel 1944 in campo di concentramento in Germania,lasciò la sua vita terrena. a consegnare simbolicamente il gagliardetto. Nella sua prima riunione, la direzione, elesse quale presidente onorario il sello Guido Larcher e Capogruppo Gino Salizzoni, diede poi l`incarico di alfiere all`alpino Valentino Bassetti, che in seguito divenne anche Capo gruppo. Accanto alle attività prettamente ricreative come: manifestazioni alpine, cerimonie in sufITagio ai caduti, castagnate sociali, balli verdi, befana degli alpini in favore degli "asiloti", partecipazione ad adunate nazionali, si annoverano anche interventi di carattere a sfondo sociale ed umanitario, fra questi ricordiamo: la partecipazione alla ricostruzione dei "Fogolar Furlans", le famose casette fiulane, distrutte dal terremoto del Friuli. Al Gruppo di Martignano toccò la costruzione della casetta nr. 16 a Sottocolle di Buia di proprietà del sig. Bruno Barrocchini . Settimanalmente i nostri alpini, accompagnati dalle loro mogli ,che provvedevano a preparare il rancio, scendevano a Buia con materiale da costruzione reperito gratuitamente, con prodotti alimentari, anche questi offerti da ditte locali e fu per questo che al nostro Gruppo venne isignito, dal l`allora Presidente Nazionale sig. Bertagnolli, del "Diploma d`Onore" e a tutti i volontari partecipanti venne consegnata una medaglia ricordo. Il Gruppo partecipò pure alla costruzione della "Baita don Onorio Spada". III °marzo 1979 in occasione del 25° di fondazione fmalmente il gruppo ebbe una sede dignitosa che venne inaugurata alla presenza del presidente della Sezione col. Marchetti e molti gruppi del circondario con i loro gagliardetti. Il 6 marzo 1979 assieme al "Comitato permanente per il monumento" con una cerimonia semplice ed alla presenza della fanfara alpina della Tridentina, viene inaugurato il monumento ai caduti. Da quel giorno tutti gli anni, per la ricorrenza dei defunti, vengono ricordati i caduti delle due guerre e tutti i ns. soci andati avanti, con una Santa messa, la lettura della preghiera all` Alpino, con la deposizione di una corona ed infine a chiusura della cerimonia il mesto suono del "Silenzio". L`anno 1993 rappresenta per il gruppo una data importante: la Sede finalmente rinnovata e ristruttufata ci viene consegnata, nella stessa giornata il vecchio gagliardetto, dopo numerose apparizioni, sia nelle adunate nazionali, sia nell`accompagnare all`ultima dimora coloro che sono andati avanti, viene messo in pensione e viene sostituito da uno nuovo ricamato dalla signora Clelia Celva. Per festeggiare il 40° di fondazione organizziamo un pellegrinaggio al Sacrario di Redipuglia e con una cerimonia austera e toccante viene deposta una corona a nome anche dei soci non presenti. Attualmente il Gruppo collabora, in piena armonia, con il Comitato per le Attività Culturale e Ricreative sia nell`ambito delle manifestazione di paese che in quelle periferiche. Ed ora siamo in attesa di festeggiare il 25 aprile 2004 il 50° di Fondazione con una cerimonia semplice ma COnsona al traguardo che abbiamo raggiunto.
Vogliamo ricordare i vari Capigruppo che si sono succeduti alla guida del Gruppo.
Gino Salizzoni - Remo Mazzalai - Augusto Rizzoli - Arturo Tomasi - Ezio Pedrotti - Valentino Bassetti - Ubaldo Com - Aldo Goller ed infme Franco Cicognani.