Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

DAIANO

DAIANO

COMUNE:
DAIANO
ZONA:
VALLI DI FIEMME E FASSA
COSTITUITO IL:
1954
CAPOGRUPPO:
Larger Giorgio
VICE CAPOGRUPPO:
Bozzetta Luigi
SEGRETARIO:
Braito Giuseppe
CASSIERE:
Gianmoena Gabriele (aggregato)
CONSIGLIERI:
Bozzetta Franco
Dagostin Giancarlo
Dallio Giovanni Battista
STORIA:

Intitolato alla memoria dell`Alpino Federico Dagostin, Caduto a Plevlje.
Costituito nell`anno 1954.
Inaugurato il 21 febbraio 1954 - Madrina del gagliardetto la signorina Eleonora Monsorno, che lo ha ricamato e donato.

Ricostituito nel 1979 (dicembre).
Capigruppo dalla fondazione:
sig. Albino Braito 1954-1958
sig. Giuseppe Dallabona 1958-1962
sig. Mario Vanzo 1962-1963
sig. Giuseppe Dallabona 1979-1990
sig. Dagostin Giancarlo 1990 - 2009

sig. Larger Giorgio 2009 - ad oggi
I primi alpini di Daiano, della classe 1903, li troviamo coinvolti nella costituzione - avvenuta nel 1927 - e nelle attività del gruppo di Cavalese che in quel periodo abbracciava gli alpini di tutti i comuni della valle di Fiemme. Negli anni seguenti il gruppo operò in una cornice unitaria valligiana fino allo scoppio della seconda Guerra Mondiale.
Molti Alpini della valle di Fiemme furono chiamati alle armi e spediti sul fronte francese, in Africa Orientale, sul fronte Greco albanese e successivamente in Yugoslavia.
E` nella battaglia di Pljevlja nel Montenegro che, nella notte fra il 30 novembre ed il l dicembre, l`Alpino Federico Dagostin - a cui sarà intitolato il gruppo di Daiano - e l`Alpino Adolfo Garzia di Cavalese, persero la vita.
Federico Dagostin (nato 1`8/5/1921) era partito da casa nel dicembre del 1940, fu arruolato nel reparto Comando, 94a Compagnia del Battaglione "Trento" della Divisione alpina "Pusteria" e successivamente (27/11/1941) spedito a presidiare il Montenegro con i compaesani Biagio Dagostin (24/3/1915-10/10/1997) e Ferruccio Dellantonio (Classe1920).
Il furioso e micidiale attacco dei partigiani e ribelli Yugoslavi di Tito, cinque volte superiori in forze, contro il presidio di Pljevlja controllato dal Battaglione "Trento", lasciò sul terreno centinaia di Alpini morti.
La salma dell`Alpino Federico Dagostin fu sepolta con tutti gli onori militari nel cimitero di guerra di Pljevlja e nel 1962 fu riesumata e sepolta (18 maggio) nel cimitero di Daiano accanto al corpo della madre Melania morta poco tempo prima.
Nel gennaio 1954 fu costituito il Gruppo di Daiano e il 21 febbraio fu inaugurato - intitolandolo alla rnemoria del caduto Federico Dagostin - con una solenne cerimonia. Al Gruppo di Daiano aderirono gli alpini di Carano (fino al 1972) e di Varena (fino al 1960).
La prima Direzione era composta dal Capogruppo Albino Braito, dal Segretario Lindo Dagostin e da Fiore Ceol Cassiere. Risulta che la consistenza numerica all`atto della fondazione era di 35 Alpini iscritti.
La madrina del gagliardetto fu Eleonora Monsorno (22/4/1910-1/9/2001) che provvide a confezionarlo, ricamarlo e restaurarlo.
Nel 1958 fu costruito il monumento ai caduti presso la chiesa. Dal 1963 l`attività ed il tesseramento furono sospesi fino alla riunione serale del 7 dicembre 1979 organizzata, presso la "Pensione Miramonti", da alcuni Alpini di Daiano che posero le basi per la rinascita del sodalizio alpino. L`assemblea seguente, celebrata il 26 dicembre 1979, nominò il nuovo Direttivo composto da Giuseppe Dallabona Capogruppo, Luigi Braito Vicecapogruppo, Mauro Delladio Segretario, Ivo Diodà Cassiere e dai membri Ezio Monsomo, Giancarlo Dagostin, Giorgio Larger, Lindo Dagostin, Luigi Bozzetta, Mario Vanzo e Valerio Dagostin. Il Gruppo ripartì con nuovo entusiasmo. Numerose sono state nel corso degli anni le manifestazioni, feste alpine, riunioni conviviali e ricreative e gite turistiche promosse dal Gruppo Con la costante presenza sia alle Adunate nazionali che ai convegni sezionali e di Zona. Nei mesi di dicembre 1981 e gennaio 1983 il Gruppo ha messo in calendario il "Trofeo Dagostin Clemente", gara di fondo individuale che vide partecipare numerosi atleti alpini e una grande affluenza di pubblico.
Il Gruppo alpini di Daiano ha provveduto, tra l`altro, alla ristrutturazione della propria sede e del parco alpino alle Ganzaie ed a organizzare la caratteristica manifestazione - ormai alla sua 15a edizione - della "Sagra del fen": gara di falciatura con attrezzo tradizionale. La befana alpina annuale e altro ancora contraddistinguono ancor ora l`attività volontaristica e sociale dei numerosi iscritti. Non sono mancati gli interventi solidali fuori provincia: a San Patrignano in Emilia Romagna, in Sardegna per ristrutturare un istituto per ragazzi in difficoltà, in Piemonte per l`alluvione - per citarne alcuni - ed in altri luoghi dove era richiesto aiuto è sostegno.