Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

COSTASAVINA

COSTASAVINA

COMUNE:
COSTASAVINA
ZONA:
ALTA VALSUGANA
COSTITUITO IL:
1964
CAPOGRUPPO:
Oss Pegorar Marco
CONSIGLIERI:
Bertoldi Walter
Brazzali Antonio
Campregher Danilo
Dellai Nicola
Fontanari Dino
Fontanari Flavio
Frizzera Luca
Maoro Roberto
Piva Bruno
Vicentini Claudio

STORIA:

L’Associazione è nata nell`anno 1964, per merito di un gruppo di Alpini di Costasavina, già tesserati con Pergine che, visto il buon numero di persone entusiaste hanno pensato di fondare un gruppo autonomo; coordinati da Luciano Andreatta si riunivano al bar del paese, contando all`inizio 27 associati che organizzavano le trasferte per le adunate nazionali. Essi erano: Andrea Ferri Capogruppo, Severino Fontanari, Attilio Fontanari, Rino Fontanari, Renzo Fontanari, Sergio Fontanari, Egidio Fontanari, Franco Fontanari, Urbano Fontanari, Aldo Sartori, Remo Sartori, Aldo Andeatta, Luciano Andreatta, Pio Andreatta, Riccardo Andreatta, Luigi Andreatta, Mario Faifer, Giovanni Faifer, Giovanni Lazzeri, Giorgio Less, Giulio Paoli, Valerio Anderle, Franco Less, Primo Andreatta, Renzo Sartori, Luigino Fontanari, Dario Gaban.

Dal `64 si sono succeduti i seguenti capigruppo:

Luciano Andreatta dal 1964 al 1965,
Andrea Ferri dal 1966 al 1967,
Renzo Sartori dal 1968 al 1975,
Sergio Sartori dal 1976 al 1984,
Pio Andreatta dal 1985 al 1991,
Roberto Maoro dal 1992 al 1998,
Dina Fontanari dal 1998 in poi.

Con il passare degli anni il Gruppo si organizza sempre più, aumentano i soci e aumentano le attività, in particolare organizza assemblee di soci e feste alpine, prende parte a raduni nazionali, collabora e promuove iniziative per la comunità di Costasavina.
Nel 1976 viene costruito il monumento in ricordo dei caduti delle due grandi guerre. Un`opera in ferro, sagomato e intagliato a suo tempo da Giuseppe (Bepi) Maoro, con la collaborazione di alcuni alpini con capogruppo Sergio Sartori. L`area viene scelta in un angolo del verde pubblico adiacente la piazza del paese.
Il 4 giugno 1989 si è festeggiata la ricorrenza del 25° di fondazione del Gruppo. Oltre 120 penne nere, con 16 gagliardetti e 5 vessilli, partecipano, assieme a numerose autorità, alla cerimonia.
Dopo una breve sfilata per le vie del paese, accompagnata dalla Banda Sociale di Pergine, celebrazione di una Messa Solenne nella chiesa parrocchiale, cantata dalla Corale Polifonica di Canezza, nel corso della quale è stata eseguita la benedizione del gagliardetto.
Per l`occasione viene anche inaugurato il monumento ai caduti, alla base del quale è stata murata una pergamena con i nomi dei caduti delle due guerre mondiali.
Nel periodo viene anche organizzata una gita a Buia nel Friuli (zona devastata dal terremoto nel 1979 e ricostruita anche con l`aiuto dei volontari alpini), accolti con calorosa amicizia dal locale Gruppo Alpini. Altre gite vengono organizzate in seguito, in particolare al Lago di Braies, con giro sulle Dolomiti, e a Venezia con gita in barcone a Burano e Murano.
Negli stessi anni il gruppo si organizza ulteriormente e si riunisce nella sede dell"`U.S. MORETTA", sede che in seguito viene ristrutturata e arredata con tavole, panche e bancone del bar (decorato con un bassorilievo da Gino Lunz), tutto costruito dagli Alpini, diventando la sede definitiva.
Vengono inoltre costruiti i tavoli e le panche pieghevoli nonché la struttura del tendone per le feste del Gruppo. Nel frattempo il Gruppo Sportivo Moretta e il Comitato del carnevale vengono assorbiti dal Gruppo Alpini formando un`unica forte associazione.
Nell’agosto del 1989 iniziano i lavori di ristrutturazione della chiesetta alla Tomba terminati nell’anno 1991, inizialmente senza campanile, costruito in seguito dall’alpino Renzo Sartori con l’aiuto di alcuni alpini. Nello stesso anno, il 4 agosto, viene effettuata l’inaugurazione. In tale occasione viene organizzata la prima festa del Gruppo, che si ripeterà negli anni e proseguirà in futuro nella seconda domenica di agosto.
In quel periodo, visto che alcuni soci erano appassionati al tiro a segno, si pensò di partecipare alle manifestazioni organizzate dai vari gruppi alpini, si decise pertanto di acquistare una carabina per lo scopo. Tutti gli anni una o due squadre partecipano con buoni risultati a questo tipo di gare.
Nel 1996 la Sezione di Trento promuove “l’Operazione Sardegna” per la ristrutturazione della casa a mare delle Suore del Sacro Cuore Evaristiane a Putzu Iddu (Oristano). Anche alcuni componenti del nostro Gruppo hanno partecipato all’iniziativa.
Nell’ottobre dello stesso anno diversi alpini del Gruppo hanno partecipato all’inaugurazione di detto edificio in occasione delle feste del patrono S.Evaristo. Negli anni successivi il nostro Gruppo ha organizzato per ben tre volte la trasferta in Sardegna per festeggiare assieme alle suore e ai bambini tale ricorrenza.
Negli anni 1997 e 1998 i Gruppi Alpini di Costasavina e di Castagné organizzano una "Gara Nazionale Alpini di Mountain-Bike". Questa manifestazione riscontra un grande successo ripagando i Gruppi dello sforzo profuso nell`impegno.
Alla gara erano ammessi alpini in armi e in congedo divisi per categoria e gruppi e in classifica a parte altri atleti.
Nel 1999 presso l`Istituto Artigianelli di Susà viene organizzata, sempre assieme al Gruppo di Castagné una festa campestre il cui ricavato viene devoluto all` Associazione Prader-Willy, un` associazione triveneta che si occupa di una particolare malattia che colpisce i bambini. Alla manifestazione hanno fatto da contorno una lotteria e un mercatino con lavoretti artigianali offerti da volontari e simpatizzanti; il tutto ha contribuito all` ottima riuscita e all`ottimo incasso.
Sono state organizzate inoltre tre edizioni di un torneo di calcio presso il campo sportivo di Costasavina.
Nell`anno 2000 è stato costituito il "GRUPPO SPORTIVO ALPINI" unendo le forze del Gruppo alpini di Costasavina e del Gruppo di Castagné dando vita al G.S.A. - PENNE SPRINT MARZOLA.
L`attività svolta, oltre a qualche gita sulla neve, è rivolta principalmente a vari tipi di competizioni:
- Dragon Boat, con gare come "Il Palio dei Draghi" (manifestazione vinta nell`ultima edizione del 2003), Dragon Sprint Piné, Slalom Boat Molveno, Dragolonga e altre manifestazioni anche fuori regione.
- Sci, con la partecipazione di un cospicuo numero di atleti a tutte le gare di campionato regionale alpini con risultati ottimi.
- Calcio, partecipazione a tornei locali.
- Mountain Bike.
Il Gruppo Sportivo ha partecipato, e intende continuare a farlo, a gare con gli sci e gare di Campionato Alpini con risultati ottimi (1° class. anno 2003: Gretter Matteo), a gare di bicicletta e tornei di calcio oltre che Dragon Boat.
Nelle molteplici attività del Gruppo va ricordato l`intervento di due alpini in Kosovo e di alcuni alpini che hanno partecipato all`ampliamento e alla ristrutturazione della nuova sede della Sezione Alpini a Trento.
La collaborazione con il gruppo “colletta alimentare” per una raccolta di generi alimentari da donare a gente locale bisognosa, questo nell’ambito delle iniziative di solidarietà estrena al paese.
Da alcuni anni viene organizzata la festa degli anziani e pensionati che trova un momento di incontri tra gli alpini e i non più giovani del paese.
Tutti gli anni il 13 dicembre, la ricorrenza di S. Lucia viene ricordata con una festa per tutti i bambini, la santa con il suo asinello carico gira per le strade del paese distribuendo i regali a tutti i bambini.
Inoltre l`ultima domenica di carnevale si festeggia distribuendo a tutti i presenti polenta, crauti e lucaniche, il tutto organizzato e offerto dagli alpini.
Ricordiamo inoltre che nel mese di ottobre 2003 è stata organizzata, in collaborazione con gli amici alpini di Vigonza, in provincia di Padova, la festa del pesce: presso il campo di calcio è stato allestito un tendone per la distribuzione di polenta, pesce e "vin bon" per tutti gli alpini, famigliari e simpatizzanti, grande festa in allegria.