Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

CASTELLO TESINO

CASTELLO TESINO

ZONA:
VALSUGANA E TESINO
COSTITUITO IL:
1934
CAPOGRUPPO:
Santuari Herbert
VICE CAPOGRUPPO:
Vanin Dimitri
SEGRETARIO:
Braus Armando
CASSIERE:
Moranduzzo Arnaldo
CONSIGLIERI:
Boscherato Emil
Buffa Manuel
Busana Luigi
Franceschini Bruno
Menato Claudio
Rizza' Giacomo
Santuari Cristopher
Zampiero Mario
STORIA:

 

STORIA DEL NOSTRO GRUPPO

Le prime notizie della costituzione del gruppo Alpini in congedo del Tesino risalgono al maggio 1934, con sede a Castello Tesino. Capogruppo fu il dott. Giorgio Gschnell. Risalgono sempre all’anno 1934 le prime attività del gruppo, come l’idea di don Mutinelli di collocare sulla Cima d’Asta una croce (febbraio ’34), e la posa di una lapide su Cima d’Asta di cm 110 x 80 con incise 475 parole.

Il 20 gennaio del 1935 gli Alpini della Valle del Brenta disputano a Castello Tesino la “Coppa Maria Pia di Savoia”, gara di fondo sulle nevi del Celado. Le nostre “Penne Nere” che si distinguono lassù sono Menguzzato, Sordo e Busarello.

Nell’autunno del 1956, presso il teatro comunale viene rifondato il gruppo di Castello Tesino come “Conca del Tesino”. Sono presenti alcuni alpini e per l’A.N.A. centrale i consiglieri: Rag. Aor Bruno, Cav. Edo Bolgia, Rag. Renzo Mosna e il Cav. uff. Mario Pinamonti (consigliere mandamentale). Il gruppo viene intitolato al tenente Silvano Buffa, medaglia d’oro al Valor Militare, morto il 10 marzo 1941 sul fronte greco-albanese. Madrina del gruppo è la signora Clelia Grassi Betti, gestore con il marito della farmacia paesana. Questi i soci fondatori:

Biasetto Attilio

Boso Ugo Colombo

Boso Umberto Ceccolo

Braus Primo Patata-Doardi

Demanega Bruno

Granero Emanuele

Marighetto Ferdinando Manara

Menegon Silvestro

Moranduzzo Policarpo Morandon

Ognibeni Alberto

Sordo Alfredo Forniga

Sordo Ercole Sordato

Sordo Fortunato Sordato

Sordo Fulvio Fucena-Titola

Sordo Luigi Laoro

Sordo Renato Sèro

Zotta Egidio Mòrte

Nel 1957 viene eletto il primo direttivo delle locali “Penne Nere”. Come Capogruppo viene scelto il sig. Demanega Bruno. Vengono quindi effettuati anche i primi tesseramenti. Inizia l’attività del Gruppo con la costruzione a “piovego” della “baita conca del Tesino”.  Purtroppo l’inaugurazione non verrà mai effettuata a causa della sospensione dei lavori anche per via di un tragico evento, a cui gli Alpini, in ricordo, hanno eretto un capitello in Val Larga, inaugurato il 18 agosto dello stesso anno. Per l’occasione era stata istituita anche una medaglia.  

Nel 1960 il gruppo Alpini di Castello Tesino viene intitolato al Caporal Maggiore Tiberio Fattore Fatorato di Giomaria, medaglia di bronzo al Valor Militare. Tiberio Fattore (1 ° concittadino caduto per la patria) nato a Fiorenzuola d’Arda il 14-08-1916, cade eroicamente combattendo sul fronte greco-albanese il 20-01-1941 per ferite riportate in combattimento.

Il gruppo è ora guidato da Regolo Menato e conta 82 soci, secondo solo a Levico per tesserati per quanto riguarda il mandamento di Borgo. Da sottolineare in questi anni, oltre ad altre attività svolte la Veglia che gli Alpini facevano l’ultimo dell’anno, l’addobbo dell’Albero di Natale e il giorno della Madonna d’Agosto, l’importante impegno di portare la statua della Vergine Maria durante la processione per le vie del paese.

Nel settembre 1964 Menguzzato Erminio detto il Moro Tasin, organizza una sfilata con il Gruppo Alpini di Legnano in occasione di una gita sociale. Gli Alpini partono in corteo da Piazza Molizza per raggiungere la Chiesetta dell’Oratorio e deporre una corona. L’evento è seguito durante il tragitto da una calorosa accoglienza da parte della gente del Paese. All’ora di pranzo tutti i partecipanti si sono ritrovati all’albergo Al Gallo per un buon pranzo in compagnia e la consegna di una medaglia ricordo.

 

Nel 1969, con Capogruppo Gaspare Sordo, grazie all’impegno e alla buona volontà del Cav. Dario Busarello viene sistemato e rinnovato il monumento al Passo Brocon, dedicato agli alpini travolti da una valanga il 9 marzo 1916 sul “Boal dei Morti”. A fine lavori, il 16 agosto viene fatta una messa con il cappellano militare, seguita da una piccola festa organizzata dal nostro Gruppo. Inizialmente questo monumento era stato costruito per ricordare la costruzione nel 1908 della strada che collega il Tesino con il Primiero.

Le “Penne Nere” di Castello Tesino nel 1973, su iniziativa di Giacomino Dorigato, fondano il Gruppo Sportivo, partecipando nella zona della Valsugana e del Tesino a gare di sci di fondo, di discesa e di corsa in montagna. Nel 1974 viene organizzato la prima edizione del Trofeo Renato Brocato, gara di slalom gigante organizzata in località Marande. La manifestazione è dedicata all’alpino Renato Brocato tragicamente scomparso durante il servizio militare.

L’anno seguente, oltre all’organizzazione della seconda edizione del Trofeo dedicato a Renato Brocato viene organizzata una marcia non competitiva in montagna di 25 km denominata “ marcia del “Montanaro Tesino”.

Nel 1975, quando alla guida del Gruppo c’era Elio Zotta, viene inaugurata la sede sociale in Piazza Crosara, gestita dei soci. In quel periodo, con 71 tesserati Castello Tesino risulta il gruppo più numeroso per il mandamento della Bassa Valsugana-Tesino. Si ricordano, oltre alla normale attività, la cura della parte sportiva, l’organizzazione di gite sociali e di feste alpine, la cerimonia in onore dei caduti, le riunioni conviviali e ricreative. Non di rado il Gruppo ha allestito pacchi per gli Alpini bisognosi e doni di Natale per i bambini delle scuole materne. Per quanto riguarda la manutenzione dei monumenti, invece, va ricordata la sistemazione del cippo in Valvere, fortemente voluta dal Cav. Dario Busarello, che in quegli anni si impegna anima e corpo per riuscire a rinnovare e onorare i monumenti presenti sul nostro territorio. Viene anche organizzata una messa con un momento conviviale davanti al monumento, che poi verrà ripetuta negli anni. Il cippo di Valvere risale al 1915, eretto dal 7° Alpini Feltre: è costruito in sasso di forma piramidale tronca. Sul lato nord è incisa un’iscrizione, su quello ovest si trova lo stemma di Trento, a est quello di Trieste e a sud quello del Regno d’Italia. Su tutti e quattro i lati, alcune brevi iscrizioni risultano cancellate.

Il 6 maggio 1976 avviene il disastroso terremoto in Friuli, dove l’Associazione si mobilita predisponendo immediatamente un piano d’intervento. Alle sezioni di Bolzano, Trento e Verona viene affidata la zona “superdisastrata” di Buia, e alla nostra zona il cantiere n. 3. Alpini e amici degli Alpini offrono quanto possono: denaro, materiali e volontari. Dopo la fine dello sgombero delle macerie e l’organizzazione del cantiere, a fine agosto parte la costruzione delle casette in muratura, che vengono consegnate il 12 dicembre 1976. Anche il nostro Gruppo ha preso parte all’operazione Friuli, inviando a Buia un’offerta in denaro e sei Alpini volontari: Biasetto Gino, Dorigato Giacomo, Muraro Gianni, Muraro Giorgio, Muraro Silvio e Zotta Elio.

Nel Ferragosto del 1977 le “Penne Nere” di Castello Tesino hanno installato una grande croce di ferro in cima al Monte Agaro, a ricordo dei caduti Alpini, lasciando anche un libro di vetta in una cassetta di legno posta sotto la croce, per dare la possibilità a chi raggiunga la cima di lasciare un ricordo scritto.

Sempre negli anni 1980/81, si ricorda la partecipazione, con un’offerta, alla ricostruzione della baita Don Onorio Spada sulle colline di Trento, destinata al SOS Villaggio del Fanciullo, che raccoglie in “famiglia” gli orfani della Provincia. La struttura viene inaugurata il 4 aprile 1982. Inoltre il Gruppo ha partecipato alla sottoscrizione pro terremotati del Sud per il terribile sisma del 23 novembre 1980 in Irpinia.

Nel 1993 il Gruppo passa alla dinamica guida di Boso Carlo, che dà nuova linfa alle varie iniziative. Si riescono a raggiungere i 125 tesseramenti tra Alpini ed Amici degli Alpini. Numerose sono state le iniziative intraprese in questi tempi: il Natale dei bambini presso la scuola materna e quello degli anziani presso la Casa di Riposo, la pastasciutta del Biagio in piazza e la festa patronale di San Giorgio.

L’11 dicembre 1994 viene inaugurato il monumento ai nostri caduti di tutte le guerre. Posto ai margini del sagrato della chiesa di San Giorgio, è stato fortemente voluto dall’Associazione Combattenti e Reduci allora presieduta da Severino Balduzzo (Beton).In precedenza è ipotizzabile che il monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale sia stato eretto nel 1921, data che si trova in basso sulla lapide e collocato sulla facciata del Municipio Vecchio, ora Palazzo Gallo. Nel 1933 viene inaugurato un altro monumento ai caduti: si decide di erigere una croce in granito presso L’Arcipretale. Il municipio dona una fontana a più getti che deve essere quasi il gradino del monumento; nello zoccolo della croce sono incise alcune parole in ricordo dei nostri morti, e una pergamena murata nel basamento riporta i nomi di 47 morti in guerra e di 217 profughi. La fontana viene inaugurata il 29 ottobre 1933; è però poi scomparsa nella seconda metà degli anni ’50: quello che oggi ne rimane è la croce che si trova tra la chiesa di Sant’Ippolito e l’entrata del cimitero.

Il 40° di fondazione viene festeggiato l’11 e il 12 maggio 1996, in quanto il direttivo presente ha deciso di prendere in considerazione l’anno di fondazione (autunno ’56), invece che l’anno di inizio tesseramento e di attività del Gruppo (gennaio ’57). Nonostante l’inclemenza del tempo, che non ha permesso la completa riuscita della festa, gli Alpini di Castello Tesino hanno chiuso, abbastanza soddisfatti, le celebrazioni. I festeggiamenti sono iniziati sabato pomeriggio con l’apertura del bar e verso sera con l’apertura  della cucina. Il giorno seguente di buon mattino gli Alpini erano già in servizio e veniva predisposta l’accoglienza dei Gruppi di tutta la valle.  Alle ore 10:00 da piazza Molizza, sotto una pioggia battente è partita la sfilata che, attraverso le vie del paese, ci ha portato alla chiesa di San Rocco, dove è stata celebrata la Santa messa da Don Mario Planchestainer. Dopo la funzione religiosa, il corteo si è trasferito nel teatro tenda, dove la Banda Folk eseguiva alcuni pezzi, seguiti da alcuni balli Tesini del gruppo Folk. La festa e poi continuata con i discorsi del Capogruppo Carlo Boso e delle autorità presenti.

Nel1997 in collaborazione con il moto club Borgo, viene organizzato un Motoraduno presso il parco la Cascatella. Quasi 40 gli Alpini e amici degli Alpini impegnati nel gestire le cucine e il bar nei tre giorni di festa.

A fine 2004 sono stati tumulati nella tomba di famiglia nel cimitero di Castello Tesino i resti di Aurelio Moranduzzo, artigliere nato a Castello Tesino e deceduto in Germania. Nato l'8 dicembre 1922, fu inviato dalla caserma di Feltre sul fronte greco-albanese. Catturato dai tedeschi, fu inviato in un campo di lavoro in Germania, dove il 5 ottobre 1944 trovò la morte sotto un bombardamento. Fu sepolto nella città di Amburgo. Ora i suoi resti, raccolti in una cassetta, sono ritornati nel suo paese natale.

 Con i gruppi di Pieve e Cinte, nel 2006 si è organizzato il primo Trofeo ANA Conca Del Tesino, gara di slalom gigante al Passo Brocon per alpini ed amici degli alpini. Il trofeo è stato riproposto per alcuni anni, per poi passare all’organizzazione dei Gruppi A.N.A. Valsugana e Tesino. Nel 2009 abbiamo iniziato ad aiutare il gruppo di Pieve Tesino nella realizzazione della “Caspada del Tesino”, gara non competitiva con le racchette da neve su un percorso di circa 6 km aperta a tutti.

A fine aprile 2008 abbiamo deciso di organizzare la “prima giornata ecologica”. Con l’aiuto del comune e dei vigili urbani è stato deciso di ripulire la zona di Zuna. Dopo una dura giornata di lavoro siamo riusciti a riportare in strada quasi tutto il materiale, grazie ai trattori con il verricello messi a disposizione dai nostri tesserati.

Il 24 ottobre 2009, gli Alpini di Castello Tesino hanno presenziato, presso il capitello “del Bocia” (eretto nell’agosto 1957 dalle nostre “Penne Nere”), alla funzione commemorativa a ricordo del triste fatto delittuoso avvenuto il 07/07/1957. In tale occasione è stata scoperta anche una targa ricordo.

Nel luglio 2010, dopo varie sollecitazioni, abbiamo deciso di intervenire sul monumento in Valvere, restaurato l’ultima volta nel 1975 dal Cav. Busarello Dario. La situazione era abbastanza critica, con la vegetazione che ormai aveva inghiottito il monumento. Nei due giorni di duro lavoro che sono occorsi, abbiamo sistemato il cippo e tutta la zona limitrofa, costruendo anche un piccolo ponte sulla trincea per facilitare l’accesso. Per una miglior riuscita dell’operazione, ci siamo avvalsi anche dei mezzi e dell’aiuto dei pompieri di Castello Tesino.

Nel luglio 2011 il sindaco Sisto Fattore ha convocato il nostro direttivo in comune per consegnare un cappello d’Alpino, che gli era stato recapitato dalla signora Graziella Menato dopo un lungo e travagliato viaggio. Questo cappello d’Alpino apparteneva a Micheletto Guglielmo, classe 1903. La figlia Beatrice, residente in Belgio, aveva espresso desiderio che esso, a ricordo del padre, ritornasse nel Paese natio e potesse essere collocato presso la sede A.N.A. di Castello Tesino.

Il giorno 5 maggio 2012 il gruppo alpini di Castello Tesino, col supporto del comune e con l’aiuto di alcuni volontari, ha organizzato la “seconda giornata ecologica”. Le zone ripulite sono state diverse: località le Parti, la strada dietro al Tastavin e la zona dell’ex discarica, il sentiero dell’ex tiro al piattello e l’area del Col dele Bagole.  

Domenica 2 settembre 2012, su invito del Gruppo di Pieve Tesino, abbiamo poi partecipato alla presentazione dei lavori dell’ex cimitero di guerra di Malga Sorgazza.

La “terza giornata ecologica” organizzata dal nostro Gruppo si è svolta sabato 12 aprile 2014. Sono accorsi oltre 30 volontari e alcuni membri delle associazioni locali, ma anche privati cittadini convinti del valore di questa iniziativa. La giornata ecologica ha visto la raccolta di rifiuti in diverse zone del paese: le Parti, Duna, Fradea, Arnazza e zona del tiro al piattello, i Magri, Lissa, e Celado.

Nei primi mesi del 2014, vista la continua collaborazione con i Gruppi di Pieve e Cinte Tesino, nasce l’idea di organizzarci per le occasioni più importanti, come adunate e commemorazioni, unendo le forze e partecipando a tali eventi come “Alpini del Tesino”. La prima occasione per sfilare con un’unica camicia e unità d’intenti è stata l’Adunata Nazionale di Pordenone.

Domenica 26 luglio 2015 ci hanno fatto visita gli Alpini di Refrontolo, sezione di Conegliano. Dopo la presentazione dei capigruppo e dei due direttivi, la mattinata è trascorsa con la visita al museo Flora e Fauna in località Parti e un giro per il Paese. Il pranzo è stato organizzato al caffè Lumiere con l’aiuto dei gestori del locale e di alcuni alpini del nostro Gruppo. Nel pomeriggio ci sono stati i discorsi dei capigruppo e lo scambio dei guidoncini.

Il giorno 8 agosto è stato deciso di tornare al monumento in Valvere per effettuare la manutenzione. Dopo un’intensa giornata di lavoro il direttivo ed alcuni volontari del nostro Gruppo sono riusciti a mettere a nuovo il cippo e risistemare l’ambiente limitrofo.

Grazie all’ormai solida collaborazione con i Gruppi alpini di Pieve e Cinte, il 29 dicembre 2015 è stata organizzata la manifestazione “Aspettando Capodanno” con gli Alpini del Tesino, presso i giardini pubblici di Castello. La festa è iniziata nel pomeriggio con l’apertura dei chioschi, ed è continuata la sera con la preparazione di polenta e gulaschsuppe accompagnata da una serata musicale.

Nei giorni 20 e 21 agosto è stata organizzata dalla Pro Loco di Pieve Tesino, assieme ai gruppi Alpini di Castello, Pieve e Cinte, la festa di fine estate e il 10° Agritesino. Nel corso delle due giornate sono stati gestiti da noi Alpini del Tesino il bar del teatro tenda e un chiosco all’esterno, dove si svolgevano varie attività. Inoltre sono state gestite le cucine del teatro tenda, preparando pranzo e cena del sabato e il pranzo della domenica per 800 persone.

I “veci” purtroppo “vanno avanti”, ma il Gruppo continua tutt’ora il cammino da loro tracciato. Le attività celebrative rimangono inalterate, le altre sono rinnovate e adattate ai tempi. Da ricordare il costante impegno che il gruppo alpini di Castello Tesino ha sempre dedicato alla festa del nostro patrono San Giorgio, con l’organizzazione prima di una festa campestre in loc. San Rocco, e poi negli ultimi anni con la preparazione ai giardini pubblici di alcuni stand gastronomici e musica dal vivo nei due giorni di festa. Non manca la presenza alle annuali ricorrenze, come la Madonna d’agosto, la messa in località Cima Campo per l’anniversario della battaglia della Resistenza di Forte Leone organizzata dal gruppo di Mellame/Rivai e Arsiè, la cerimonia eucaristica che si tiene presso la Chiesetta Alpina di Cinte Tesino e la commemorazione dei caduti il 4 novembre.  Di notevole rilevanza è l’impegno che il gruppo ha assunto in auto alle associazioni di volontariato: la colletta alimentare, la vendita delle stelle di Natale e delle uova di Pasqua a favore dell’AIL, la vendita delle pimule per la giornata per la vita e la vendita delle calancole per il Telefono Azzurro.

Per quanto riguarda le altre attività del gruppo, merita ricordare la nostra partecipazione al trofeo San Maurizio di tiro a segno a Strigno, la partecipazione al trofeo A.N.A. “Valsugana e Tesino” (gara di slalom gigante al passo Brocon). Inoltre, è ormai tradizione partecipare all’allegro pomeriggio organizzato in casa di riposo tra canti e auguri assieme agli ospiti e al personale. Come oramai accade già dall’anno della nostra fondazione, il Gruppo Alpini di Castello Tesino partecipa in maniera attiva all’Adunata Nazionale e all’Adunata Triveneto, portando sempre il nostro gagliardetto.

 

Capigruppo dalla fondazione

Dottor Giorgio Gschnell 1934

Sig. Bruno Demanega 1957-1959

Sig. Attilio Biasetto 1959-1960

Sig. Regolo Menato 1960-1964

Sig. Giovanni Fattore 1964-1967

Sig. Gaspare Sordo 1968-1969

Sig. Giulio Biasetto 1969-1974

Sig. Elio Zotta 1974-1978

Sig. Alcide Menguzzato 1978-1982

Sig. Giacomo Dorigato 1982-1985

Sig. Glauco Gadotti 1985-1988

Sig. Bruno Piasente 1988-1993

Sig. Carlo Boso 1993-2003

Sig. Cristian Ferrari 2003-2005

Sig. Armando Braus 2005- 2018

Sig. Santuari Herbert 2018 – in carica

 

 

 

L’ATTUALE DIRETTIVO DEL GRUPPO ALPINI CASTELLO TESINO

CAPOGRUPPO : SANTUARI HERBERT

VICECAPOGRUPPO: VANIN DIMITRI

SEGRETARIO: BRAUS ARMANDO

CASSIERE: MORANDUZZO ARNALDO

 

CONSIGLIERI:

BOSCHERATO EMIL

BUFFA MANUEL                           

BUSANA LUIGI

FRANCESCHINI BRUNO

MENATO CLAUDIO

RIZZA’ GIACOMO

SANTUARI CRISTOPHER

 ZAMPIERO MARIO